Cessione del quinto dello stipendio/ Delegazione di pagamento/ Cessione del quinto della pensione

cessione-del-quindi-stipendio-pensione

La cessione del quinto, dello stipendio o della pensione, è una forma di prestito personale non finalizzato, facile e veloce, che non prevede la prestazione di garanzie reali (pegno o ipoteca) ma è strettamente legata all'ammontare dello stipendio o della pensione percepito. Le rate e i tassi di finanziamento sono costanti per tutta la durata del prestito, che può essere erogato sia da istituti di credito che da società finanziarie. Per prestito non finalizzato si intende che tale tipologia di prestito non è destinata specificatamente all'acquisto di un bene o di un servizio, di conseguenza, è possibile richiederlo in base alle proprie necessità, per svariate motivazioni quali la ristrutturazione della propria casa, il matrimonio proprio o di un figlio, l’acquisto di un’auto o di una moto oppure ancora per un viaggio.

La garanzia principale è rappresentata dalla sussistenza della busta paga o del cedolino della pensione dai quali vengono trattenute direttamente le rate da rimborsare e dall'assicurazione obbligatoria che copre il credito in caso di morte, malattia o perdita del posto di lavoro. La rata mensile di rimborso è trattenuta direttamente dal datore di lavoro, che provvede a versarla all’Istituto finanziatore; nel caso di pensionati viene trattenuta dall'importo della pensione. Le rate possono arrivare ad un massimo di 120 mesi.

La cessione del quinto può essere richiesta, dunque, da tutti i lavoratori dipendenti (privati, pubblici o statali) con contratto a tempo indeterminato e per i quali è stata predisposta un’apposita normativa (Dpr 180 del 5.1.1950 e Dpr 895 del 28.7.1950) oppure dai titolari di una pensione di anzianità. Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti, è necessario avere un’anzianità lavorativa tale da consentire un livello adeguato di TFR maturato.

Il calcolo della cessione e, dunque, il processo di definizione del finanziamento risulta inverso rispetto agli altri prodotti finanziari in quanto l’importo erogabile al cedente è determinato partendo dalla rata e definendo poi la durata del prestito prendendo in considerazione l’età del richiedente o l’anzianità lavorativa.

Per gli appartenenti alle relative categorie è possibile richiedere anche la cessione del quinto INPS, disciplinata dall’articolo 13 bis, comma 1, della Legge 14 maggio 2005, n. 80 e la cessione quinto INPDAP.

 

DESIDERI AVERE UN PREVENTIVO?

  1. INVIA L'ULTIMA TUA BUSTA PAGA E IL CUD ALL'INDIRIZZO EMAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ;
  2. ATTENDI CHE TI VENGA COMUNICATA LA FATTIBILITA' DELLA PRATICA E OFFERTA LA SOLUZIONE FINANZIARIA SU MISURA;
  3. CHIAMACI PER UN APPUNTAMENTO AL N. 0437 932970

Questo messaggio ha natura promozionale. Le condizioni economiche e i tassi dei servizi sono riportati nei Fogli Informativi
disponibili presso la sede. La vendita dei prodotti/servizi presentati è soggetta a preventiva valutazione della Banca/Istituto erogante

Verifica

della documentazione necessaria al Cliente per l’invio della domanda di finanziamento, nel rispetto delle normative e della privacy.

Canalizzazione

diretta delle pratiche all’Istituto bancario/di credito che è più adeguato per la concessione del finanziamento.

Supporto

alla predisposizione della documentazione contrattuale e assistenza al Cliente in tutte le fasi pre e post contrattuali.